La serie “Res Compact” – per le aziende giovani e dinamiche che vogliono crescere.
I modelli “Res Compact” ricordano da vicino la primissima “Linea di Resinatura S.E.I.” avviata a Carrara più di vent’anni fa. La caratteristica saliente di questi impianti è uno schema di funzionamento semplice, che rende il loro uso accessibile perfino a chi non può certo dirsi un provetto resinatore.

Il disegno sobrio ed essenziale si traduce anche in economicità di gestione, perché sotto la voce “manutenzione ordinaria” si contano pochi ed elementari interventi. Le dimensioni sono, come suggerisce il nome stesso, compatte; mentre la produttività, in assoluto più che discreta, sarà giudicata davvero interessante quando rapportata alla taglia.

La dotazione comprende un Banco Ribaltatore che, su richiesta, può essere sostituito da un Robot programmato per agire da caricatore e da scaricatore. L’Unità di Asciugatura è formata da un forno lineare che non è esattamente il massimo per essiccare lastre bagnate. Giustappunto la modesta efficacia del sistema d’asciugatura ha concorso alla progressiva conquista da parte delle più avanzate Linee di Resinatura “Res Combi” della fascia di mercato già occupata dalla serie “Res Compact”. Un banco per il fissaggio delle reti e la posa delle resine, è seguito da un’Unità di Polimerizzazione molto capiente, affinché le lastre possano essere trattate con resine epossidiche a bassa viscosità e catalisi lenta o, nel caso si processino graniti di colore scuro, impregnanti.

Per la gioia di quanti possiedono una “Res Compact”, i ridotti consumi energetici, il prezzo di listino allettante e la formidabile affidabilità meccanica che quasi azzera i fermi macchina, abbattono i costi di produzione.

Le versioni “Res 8 Compact” e “Res 10 Compact” si guadagnano una menzione speciale, essendo i soli impianti in commercio studiati per resinare masselli spessi fino a dodici centimetri.